Cessione quinto per dipendenti da Intesa Sanpaolo

Il prestito mediante cessione del quinto, per dipendenti delle pubbliche amministrazioni, è un finanziamento personale da tempo disponibile in tutte le filiali del gruppo Intesa Sanpaolo, e rivolto alla clientela che desideri entrare in possesso, in tempi rapidi, di una somma di denaro da destinare al compimento delle proprie spese personali, con restituzione mediante trattenuta delle rate con addebito sulla busta paga

Come suggerisce lo stesso nome del prodotto, infatti, questo prestito è formalizzato mediante la cessione di una quota dello stipendio del lavoratore dipendente, nella misura massima di un quinto della retribuzione netta. Ne consegue che il rimborso del capitale sarà ampiamente garantito per la banca, grazie all’intermediazione del datore di lavoro del cliente, che “tratterrà” alla fonte la rata del finanziamento.

Le caratteristiche del prodotto ricalcano inoltre quelle previste dalla legge: il tasso di interesse applicato al capitale oggetto di finanziamento sarà pertanto fisso per l’intera durata del prestito (con conseguente generazione di un piano di ammortamento composto da rate di importo costanti), mentre la durata del programma di rimborso non potrà superare i 10 anni (con possibilità di estinguere anticipatamente il debito residuo).

Infine, segnaliamo come il prestito sia necessariamente accompagnato da alcune polizze assicurative, come quella sulla vita del debitore: all’avverarsi dell’evento morte, la compagnia assicurativa rimborserà all’istituto di credito l’importo dovuto al momento del sinistro, evitando che gli eredi del defunto debbano farsi carico del pagamento delle rate residue della linea di credito sopra accennata.