Prestiti per i viaggi: nuovo incremento nelle ultime settimane

prestitiL’abitudine di effettuare “vacanze a rate” sta prendendo sempre maggior piede all’interno del panorama italico.

Stando a quanto affermato da una recentissima rilevazione, infatti, tra gli italiani si starebbe diffondendo una crescente tendenza all’indebitamento per effettuare viaggi e soggiorni al mare, con un aumento del 13 per cento degli importi richiesti per poter finanziare le ferie, e un allungamento del 5 per cento nei tempi di restituzione.

Insomma, gli italiani sembra proprio non vogliano rinunciare alle tanto sospirate vacanze e, pur di trascorrere qualche giorno al mare con gli amici e con la famiglia, preferiscono indebitarsi di più, e per più tempo.

Secondo l’osservazione formulata da Prestiti.it, il profilo tipo della persona che sceglie di indebitarsi per le proprie ferie è uomo, di età intorno ai 38 anni, dipendente di un’azienda privata e, soprattutto, proveniente dalle aree più popolose del Paese.

 La Lombardia è infatti la regione che è in grado di veicolare il maggior numero di richieste per tale finalità, andando ad assorbire il 20,1 per cento dei preventivi. Il peso maggiore è invece attribuibile alle richieste della Campania, con una percentuale del 24 per cento.

Per quanto concerne gli importi medi, a Roma l’entità della richiesta si aggira intorno a “soli” 3.450 euro, da restituire in un piano di ammortamento di 37 rate, a 120 euro ciascuna. Più ampie le pretese dei vacanzieri milanesi, che invece preferiscono indebitarsi per una media di 6.300 euro, da restituire in 45 mensilità.

Il dato non è, ad ogni modo, da interpretarsi in senso esclusivamente negativo. Anzi, il ricorso al credito al consumo per supportare l’acquisto di servizi – oltre che beni fisici – e dilatare la spesa nel lungo termine, può essere sintomo di un cambiamento di abitudine, e altresì un modo per non fare rinunce e, per certi versi, rilanciare l’economia nazionale.