Prestito della Speranza da Banca Piemonte

Il Prestito della Speranza, disponibile in tutte le filiali della Banca del Piemonte, è un particolare tipo di finanziamento personale frutto di un accordo tra l’Associazione Bancaria Italiana e la CEI, e pertanto destinata a soddisfare una ben delineata categoria di clientela beneficiaria.

Tale finanziamento è in grado di supportare spese di importi limitati, pari a un massimo di 6 mila euro, per periodi di ammortamento che non possono superare i 60 mesi, comprensivi di rate di preammortamento per 12 mesi. Il cliente potrà tuttavia optare per scadenze inferiori, o estinguere anticipatamente il capitale residuo con un’esplicita richiesta all’istituto di credito erogante.

Il tasso di interesse nominale annuo è fisso per l’intera durata del piano di rimborso, dando pertanto al debitore cliente della Banca del Piemonte la possibilità di conoscere con esattezza l’importo delle rate che costituiranno il programma di ammortamento del prestito, senza doversi preoccupare di seguire l’evoluzione dei mercati finanziari e, più direttamente, dei parametri sui quali sono calcolati i tassi di interesse variabili.

Nella fattispecie, il tasso fisso è calcolato sulla base dell’IRS di periodo, maggiorato di uno spread stabilito dall’azienda di credito, e fortemente scontato rispetto alle condizioni standard applicate per altri prestiti personali di simile natura.

Per ciò che riguarda le altre condizioni economiche, è presente una spesa di istruttoria pari all’1% del capitale erogato, con un massimo di 250 euro. Previste anche commissioni per incasso rata per 1,50 euro, e commissioni per invio documento di sintesi pari a 0,60 euro.

Non sono invece previste spese per la gestione della pratica e per la sospensione del pagamento delle rate.

I nomi Prestito della Speranza e Banca del Piemonte appartengono ai rispettivi proprietari.