Richieste prestiti imprese in lieve crescita

prestiti impreseLe richieste di prestiti da parte delle imprese sono in lieve crescita.

Nonostante la crisi, nonostante le difficoltà nazionali e internazionali, nonostante costi del denaro non certo idilliaci a causa degli spread bancari ancora molto consistenti, e nonostante – ripetiamo – la pluriricordata stretta creditizia agita dalle banche tricolori, gli operatori imprenditoriali della Penisola non ci stanno a farsi sfuggire opportunità di crescita e di riposizionamento e, per tale motivo, hanno ripreso a richiedere finanziamenti con maggiore insistenza, sul breve e medio lungo termine.

Stando ai dati forniti dall’ultima edizione del Barometro Imprese di Crif (una delle società di maggiore riferimento nell’analisi e nel monitoraggio dei dati), la domanda di credito da parte delle imprese avrebbe fatto segnare una crescita di 1,8 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Il tutto, a conferma di un 2012 nel quale l’interesse delle imprese verso il debito non è mai mancata, sebbene a dicembre si sia verificata una contrazione piuttosto pesante, con un passo indietro di 3 punti percentuali su base annua.

Ancora, Crif ricorda che se si ipotizza una ideale suddivisione della domanda di credito delle imprese individuali e di quelle societarie, il trend risulterebbe essere praticamente identico nel 2012, con la sola differenza consistente relativa al mese di dicembre, quando le imprese individuali hanno ritratto le richieste di finanziamento bancario (in calo di 9 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2011). Le società hanno invece contribuito a mantenere una dinamica positiva, con un numero di domande in crescita di 2 punti percentuali.

Il dato, ad ogni modo, fa principale riferimento alle operazioni di richiesta. Ben diverso è invece il numero di concessioni, laddove emergono numerosi rifiuti e, nel migliore dei casi, riposizionamenti su importi erogati ben inferiori rispetto a quanto domandato (spesso con il supporto di garanzie personali, ipotecarie o dei consorzi di garanzia dei fidi).