Prestito agrario

Il prestito agrario è una tipologia di prestito studiata appositamente per l’agricoltura. Fa parte di quella tipologia di finanziamenti che sono destinati al sostegno delle attività agricole e zootecniche.

Possono accedere al prestito agrario una serie di persone, come:

  • il singolo agricoltore;
  • l’impresa agricola;
  • la cooperativa agricola;
  • l’impresa agroindustriale e agrituristica;
  • l’impresa che effettua delle attività di servizi che siano inerenti alla ricerca e al risparmio energetico nelle fasi di trasformazione dei vari prodotti agroalimentari.

Prestito agrario le garanzie richieste

Le garanzie che sono solitamente richieste a chi presenta una domanda per ottenere un prestito agrario variano a seconda delle tipologia di prestito agrario che viene richiesta. Ad esempio, bisogna dare una fideiussione oppure una cambiale agraria nel caso di prestito agrario di conduzione, altrimenti si parla di ipoteca immobiliare nel caso di prestito agricoltori di dotazione.

Come già accennato, ci sono diversi tipi di prestiti agrari. C’è dunque il prestito agrario di esercizio, noto anche come prestito agrario per conduzione. Questa tipologia di prestito ha un durata alquanto breve ed è destinato principalmente a chi lavora la terra. Il prestito agrario per conduzione viene chiesto per poter sopportare questi costi ordinari di un’attività agricola, come ad esempio quelli legati alla trasformazione, alla conservazione e alla vendita dei prodotti.

Prestito agrario di esercizio e di impianto o dotazione

Il prestito agrario di esercizio viene anche concesso a coloro che vogliono acquistare degli strumenti nuovi per lo svolgimento della loro attività. Solitamente questo prestito non supera la durata di 12 o di 18 mesi, proprio perché ha la caratteristica di sostenere delle spese ordinarie. Può anche essere concesso per un ammontare pari al 100% del costo da sostenere.

Il prestito agricolo di impianto, o di dotazione, è invece un finanziamento a lungo termine e viene chiesto solitamente da chi vuole effettuare delle spese di investimento e di miglioria della propria attività agricola. Ad esempio viene chiesto da coloro che vogliono acquistare degli immobili rurali, dei terreni agricoli oppure da chi vuole fare delle opere di ristrutturazione agrarie e fondiarie attraverso l’acquisto di bestiame o di macchine agricole di grossa entità. Questa tipologia di prestito ha una durata che di solito va da 5 fino a 15 anni e copre fino all’80% degli investimenti.

Nel caso di un prestito agrario di dotazione si parla anche di mutuo agrario, che è un mutuo ipotecario finalizzato all’acquisto di attività agricole, oppure di poderi, nonché di edifici adibiti e legati al lavoro agricolo, come ad esempio stalle, capannoni, magazzini e case. Può anche essere chiesto per effettuare degli interventi di miglioria su beni che sono già in possesso dall’azienda agricola.